Paola Gnoli

Paola Gnoli

È un vero piacere iniziare il nuovo anno all’insegna della Fantasia, delle fiabe e di dolci sorrisi. Di tutto questo devo ringraziare Paola Gnoli la quale mi ha dato l’opportunità di conoscerla e di condividere con me le sue dolcissime storie. E oggi sono felicissima di condividere con tutti voi questo incontro e questo mondo fantastici.

Paola Gnoli è un’educatrice e autrice di Ancona che, dal 2008, gestisce – nella sua stessa città di origine – una bottega di creazioni artigianale che diviene anche bottega di scrittura. È qui infatti che nascono le sue storie e la sua fantasia spicca il volo. Numerose sono le sua fiabe che hanno fortunate pubblicazioni: Lysetta l’Orsetta Perfetta, Le Storie di Bufo il Gufo, I Due Leprotti,  Dove Nascono le Favole ovvero una raccolta di venticinque fiabe e filastrocche per bambini che vengono proposte anche alle scuole primarie che diviene anche un vero e proprio brand, caratterizzato dal suo stile vintage che molto ricorda – per colori, composizione e fattura degli oggetti creati e realizzati – quello degli inizi del Novecento.

Creazioni di Paola Gnoli

Creazioni di Paola Gnoli

Paola Gnoli, così, crea il suo mondo fantastico i cui protagonisti – come è accaduto per il classico Esopo (La cicala e la formica, La volpe e l’uva), per i Fratelli Grimm (Il lupo e i sette caprettini) e per il più moderno Luis Sepúlveda (Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò volare) appartengono al regno animale e vivono nel Bosco di More. Puzzole, tartarughe, talpe, paperi, ghiri, gufi… tutti gli animali del bosco prendono voce e divengono amici e alter ego dei grandi e dei bambini.

Esopo ( 620 a.C. circa – 564 a.C.)

Esopo ( 620 a.C. circa – 564 a.C.)

Paola Gnoli, infatti, grazie alla sua scrittrice semplice, pulita, essenziale ma colorata, viva, vivace, allegra racconta le paure, il coraggio, la fragilità di ognuno di noi. Ma non solo! Riesce anche a raccontare e ad affrontare temi importanti senza mai perdere la sua leggerezza, la sua purezza: la morte, il sentirsi diversi dagli altri, la solitudine, la perdita, la nostalgia… L’Autrice è così brava nel dar voce a ogni sua parola e ad ogni suo personaggio che il Lettore diviene parte della sua storia attuando persino una trasformazione: i grandi diventano bambini e i bambini divengono adulti… forti della loro innocenza e del loro sguardo pulito e fiducioso alla vita, al domani, alla speranza.

I Fratelli Grimm: Jacob Ludwig Grimm e Wilhelm Karl Grimm

I Fratelli Grimm: Jacob Ludwig Grimm e Wilhelm Karl Grimm

Tutto è possibile nelle storie e nelle dolci filastrocche di Paola Gnoli che, come scrive afferma lei stessa

…Sono per tutti quelli che guardano il Mondo con gli occhi dei Bambini

Immergersi nelle storie e nel mondo fantastico di Paola Gnoli è pura magia: le sue storie sono scritte e inventate in modo del tutto artigianale, cesellate e create con amore, attenzione, con uno sguardo scintillante e una penna fortunata, spesso autobiografica, che racconta tante morali.

Luis Sepúlveda, "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò volare"

Luis Sepúlveda, “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò volare”

Ma lasciamo che sia la stessa Autrice a raccontarci di questo fantastico mondo del fantastico di cui oggi tutti noi abbiamo un gran bisogno… forse perché si resta – in fondo – sempre bambini, forse perché abbiamo bisogno di credere, e crediamo, che tutto sia possibile, forse perché ci sentiamo anche noi allegri abita tanti di un mondo favoloso… magari proprio del vivace Bosco di More!

Incontro con l’Autore

Paola Gnoli

Paola Gnoli

  • Quando ha scoperto la sua passione per la scrittura?

Per caso. Il primo racconto che ho scritto si intitola I Mimmi, è la storia dei miei  tre mici ,di come sono entrati nella mia vita. Poi non ho scritto più nulla fino ad una mattina del 2008.

Stavo lavorando nella mia bottega artigianale, quando  guardando degli orsetti, decisi di scrivere Lysetta l’Orsetta Perfetta. Da lì è partito tutto il mio percorso legato ad un progetto.

Libri di Paola Gnoli

Libri di Paola Gnoli

  • Perché ha scelto di dedicarsi alle favole e alle filastrocche per bambini?

Perché, da educatrice, ritengo che la favola, o la Fiaba siano un ottimo mezzo per educare e sensibilizzare i bambini.

 Io sono cresciuta con le Fiabe Sonore, da bambina trascorrevo pomeriggi interi ad ascoltarle. Le ho sempre amate. Ho scelto di dedicarmi alle Favole  perché  amo tantissimo gli animali, in loro vedo tutto ciò che c’è di bello.

Sono esseri incontaminati, non conoscono il rancore, la cattiveria, l’invidia e  tutto ciò che appartiene in negativo al genere umano. Loro agiscono d’istinto ,ma ti riempiono d’amore!!

Nelle fiabe invece  ci sono anche gli umani…mi bastano quelli della vita reale !!

Le Filastrocche le ho pensate per i bimbi più piccoli, da un anno e mezzo a tre anni. Io sono educatrice d’infanzia, ho prestato servizio ai Nido Comunali della mia città. Per cui ho pensato che sono più orecchiabili, ma non mi sono fermata qui, ho scritto la filastrocca come favola corta così  possono scegliere se ascoltare una o l’altra, magari quando sono un pochino più grandi.

"Lysetta l'Orsetta Perfetta" di Paola Gnoli

“Lysetta l’Orsetta Perfetta” di Paola Gnoli

  • Si è ispirata a qualche Autore maestro di questo genere di scrittura?

No,a nessuno  però ho sempre amato ed amo ancora le storie di Christian Andersen, i Fratelli Grimm.

  • Secondo lei, come e da dove nasce una favola?

Dal desiderio di trasmettere ciò che si ha nell’animo. Dall’esperienze vissute , dalle speranze , dai sogni, dal quotidiano e  dalla fantasia che fai vivere nelle storie…Dal desiderio di vivere in un mondo diverso….Un Mondo  Fantastico!!

Io ho scritto una favola che si intitola Poncho il Pulcino Canterino ed è autobiografica….Oppure il Bosco di  More, una collana di dieci favole, ambientate nell’Irlanda del primo 1900.

È lì che avrei voluto vivere in quel villaggio ai margini  del Bosco, dove abita Lysetta nel suo Cottage delle Rose. Con il tetto di paglia ed il cancelletto bianco  di legno!!

Ma io ci vado spesso in quei luoghi ,tutte la volte che voglio rilassarmi e staccare… ma solo con la Fantasia…

Cottage delle Rose

Cottage delle Rose

  • Quanto è importante custodire il proprio “fanciullino” per scrivere libri e favole per bambini?

Dico sempre a chi mi domanda per chi sono le favole.. Che sono per tutti, per tutti quelli che guardano il Mondo con gli occhi dei bambini!! Anche adesso che sono adulta. amo le stesse  cose che amavo da bambina. Per entrare in sintonia con loro devi avere un linguaggio semplice ma che arriva  al cuore, i bambini capiscono quando metti l’amore in ciò che scrivi, nella semplicità dei personaggi…Io sono convinta che mantenere viva questa parte di noi sia fondamentale… È quello che ti fa vedere il  bicchiere mezzo vuoto, che ti emoziona, che ti fa ridere… che ti aiuta a  superare i tanti ostacoli e momenti brutti nella vita!!

"Nel Bosco di More" di Paola Gnoli

“Nel Bosco di More” di Paola Gnoli

  •  Se ci sono, quali sono le difficoltà che si incontrano nell’invenzione e nella scrittura di una favola?

Per quanto riguarda la scrittura, io non ho avuto difficoltà… La maggior parte delle favole che ho scritto le ho scritte di getto, così… è qualcosa che hai dentro  nell’animo e ti esce fuori .Le iniziavo senza sapere come sarebbero finite, ma poi strada facendo si scrivevano da sole!!!L’importante è trasmettere attraverso le emozioni ed il divertimento il messaggio educativo. Nelle mie storie non ci sono i “ Cattivi” ma c’è molto il senso della Comunità, dell’aiutarsi, dell’ospitalità. Alcune favole trattano anche il tema della morte, ma lo fanno a mio avviso, in molto delicato.

Non parlerei di difficoltà ma di lavoro… di tanto lavoro.

Scrivere è il primo di una serie di  step che portano alla pubblicazione del libro.

Ma prima ci sono tanti passaggi… La correzione dei testi , letti e riletti, i disegni, l’impostazione del libro, la misura, la forma, il colore dalla carta alla copertina, la grafica all’interno… e tanto atro… Io non lo avrei mai immaginato!!!

Creazioni di Paola Gnoli

Creazioni di Paola Gnoli

  • Lei ha scritto molte e diverse favole: Genna la renna, I due leprotti, Dedicato alle Stelle, La storia di Bufo il Gufo, Un cuore di puzzola… a quale sente di essere più legata e perché?

Ma sai Chiara, per me sono un po’ come le mie creature, sono parte di me , del mio vissuto ,ma anche di ciò che accade nel quotidiano come ti dicevo prima!! Genna la Renna fa parte della Collana dal titolo Antiche storie d’Irlanda. È il seguito della favola di Lysetta. L’atmosfera è adorabile, perché  è quella della festa più bella dell’anno ,il Natale. Per cui l’albero, la neve…Ma questa è tra le favole che amo di più. Racconta di una bella amicizia che nasce per caso tra la Renna e L’orsetta.. Spesso mi commuovo quando le scrivo, quando le leggo!!!

Mentre scrivo o racconto nella mia mente i personaggi prendono vita. Per cui io vivo le loro emozioni, le gioie, i dolori… sento i profumi e i suoni di questo magico Mondo!!

I Due Leprotti….amo questa favola dedicata ad un bambino di nome Matteo.

"I Due Leprotti" di Paola Gnoli

“I Due Leprotti” di Paola Gnoli

Ho lavorato per un breve periodo in una struttura per ragazzi portatori di handicap. Qui ho conosciuto Matteo, aveva otto anni…ci volevamo un gran bene. Questa creatura  mi è entrata nel cuore. E da quell’esperienza lavorativa ne sono uscita con la consapevolezza di cosa è davvero importante!! Diamo tutto scontato nella vita ma non è così!! Ciò che noi chiamiamo “Normalità” in realtà è davvero un grande dono e dovremmo imparare ad apprezzarlo perché  purtroppo non è così per  tutti! Il messaggio che voglio dare con la storia I Due Leprottiè proprio questo!!

l’ho scritta per una tragica circostanza. Una bambina si era sottoposta ad un intervento ,ma sono sopraggiunte delle complicazioni e non ce l’ha fatta!! A questa favola sono molto legata, l’ho scritta veramente con tutto l’amore che ho nel cuore!!

Creazioni di Paola Gnoli

Creazioni di Paola Gnoli

  • Quale vuole essere il messaggio – per i grandi e per i piccini – che vuole trasmettere attraverso la sua scrittura?

Come ti dicevo, attraverso la favola si può educare, sensibilizzare. Infatti non a caso c’è la “famosa Morale”,  un insegnamento, la sintesi di azioni e conseguenze. 

Le mie storie ,pur essendo ambientate nei primi del 1900 trattano comunque temi molto attuali come il bullismo che in fondo c’è sempre stato. Un esempio ne è La Storia dell’asino Tobia, che di fronte ad una situazione molto imbarazzante, creata appositamente per prenderlo in giro, reagisce in modo tale da ribaltare la situazione e diventare protagonista assoluto.

Poi ci sono i tanti ostacoli che si incontrano nella vita. Nella favola Un  Lieto Evento una bella scoiattolina di nome Chiccolina, arrivata nel Bosco in cerca di una casetta, si troverà, non solo a sottostare alle Regole (cosa fondamentale da rispettare) ma di fronte ad una Quercia altissima. In alto c’è la sua nuova casa!! Per cui la difficoltà… ma  si organizza  con  lo  zainetto per far si che le noccioline non vadano perse mentre sale..

Le mie favole  hanno tutte la morale…e spero sia ben chiara! 

Creazioni di Paola Gnoli

Creazioni di Paola Gnoli

  • Quali sono i suoi prossimi impegni e progetti letterari?

Sto preparando la collana del Libro dal titolo Nel Bosco di More Le Storie di Bufo il Gufo. È  da un po’ che ci lavoro . Di questa collana fanno parte anche I Due Leprotti e Un Lieto Evento già usciti singolarmente.

Stanno nascendo delle belle collaborazioni sia per le illustrazioni , che per altro….ma questa sarà poi una sorpresa!! Il mio progetto al momento è di abbinare una piccola linea commerciale alle storie. Lo sto già facendo in parte con tazze , cuscini, quadretti rappresentanti i personaggi ma in mente ho altro. Sto pensando a una linea per adulti di vario tipo e vorrei puntare, visto che io sono anche un’artigiana e una creativa, a realizzare qualche cosa di artigianale… E questa sarà una delle sorprese. 

In totale, fino ad ora le mie favole, comprese le filastrocche sono mi sembra venticinque. Per cui, come puoi capire, ho tanto materiale sul quale lavorare. Dove Nascono le Favole è il progetto di cui ti parlavo. Sarà il contenitore delle mie e di altre favole poi….ma non ti posso dire tutto altrimenti non c’è più gusto!!

Libri di Paola Gnoli

Libri di Paola Gnoli

  • Questa domanda è ormai di rito: quali sono gli Autori e i Libri che hanno formato il suo essere Autrice e Lettrice?

Come ti  ho detto prima ho sempre amato Christian Andersen e  i Fratelli Grimm. Trovo che queste fiabe , con i loro contenuti siano sempre attuali. Oggi più che mai. Vogliamo parlare della Piccola fiammiferaia?? Nella mia vita ,non sono mai una volta riuscita a leggerla fino alla fine senza piangere… Il finale è di una tristezza e di una bellezza infinita per come viene narrato!!

Hans Christian Andersen (1805 - 1875)

Hans Christian Andersen (1805 – 1875)

Mi piacevano molto anche i racconti degli Indiani… Me ne ricordo uno in particolare….rimasi scioccata dalla crudeltà della storia. Ma le favole o le fiabe rappresentavano l’iniziazione alla vita…E questa è! Ma nel mio cuore, oltre alle mie…al primo posto rimarrà sempre Il Brutto Anatroccolo… Adoro questa storia… Mi sono sentita così per tanto tempo. Solo crescendo ho capito che ero finalmente diventata un Bellissimo Cigno!!

Beh, a tutti noi non resta che attendere le nuove creazioni e le nuove storie di Paola Gnoli che desidero ringraziare personalmente di avermi fatta sentire parte del suo mondo e di averlo condiviso assieme a tutti noi! E spero a presto… per tante nuove favole!