(Graphic Art Chiara Ricci)

(Graphic Art Chiara Ricci)

La rubrica online “Piazza Navona” vi propone l’intervista a Martha High: importante voce del funky e del soul, per oltre trent’anni vocalist e confidente del leggendario James Brown.

Martha High inizia la sua carriera nel 1979 e da allora non si è più fermata. Per oltre trent’anni è stata al fianco del “Padrino del Soul” James Brown come vocalist, manager, amica e confidente. Indimenticabile ancor oggi è la loro versione della bellissima Summertime

Durante la sua carriera Martha High ha avuto l’onore di condividere il palco e la scena con le vere leggende del soul e del pop tra le quali ricordiamo Little Richard, Jerry Lee Lewis , Aretha Franklin, B.B. King, Stevie Wonder, Prince, Michael Jackson.

Martha High

Martha High

Ma questo non è ancora tutto… Ascoltiamo cosa ci racconta la cantante americana. Un tuffo nei suoi ricordi e nella storia della Musica!

Buona lettura… e buona Musica!

  • Quando ha deciso di diventare una cantante? E cosa ricorda del suo debutto?

Ho deciso di diventare una cantante dopo aver cantato un paio d’anni con alcune ragazze:  eravamo  le “Bo-ette’s“.  È stato “Bo Diddley” a darci questo nome. È in quel momento che ho capito che nella mia vita sarei stata una cantante.

Martha High

Martha High

  • Cosa ricorda del suo incontro con James Brown nel 1964 e del suo lavoro con lui?

L’incontro con James Brown è stato il momento saliente della mia vita! Era all’apice della sua carriera, una cosa fuori dal comune. Lo vidi la prima volta sul palco del famigerato Howard Theatre. Era il ballerino più straordinario che avessi mai visto. Quindi incontrarlo è stato come ricevere una scossa elettrica. E così è stato: ero incantata, mi sentivo fortunata.

James Brown (al centro) con Helen Fitzald e Martha High

James Brown (al centro) con Helen Fitzald e Martha High

Lavorare con lui è stata una benedizione, una lezione e un importante trampolino di lancio che mi ha portata dove sono oggi. Sono profondamente grata per tutto gli anni in cui ho lavorato con lui.

  • Cosa può dirci del suo ultimo album?

Tribute to My Soul Sisters è stato registrato e prodotto dal giapponese Funk Ambassadors Osaka Monaurail e pubblicato dall’etichetta italiana Record Kicks! Tutta la concentrazione è su questo progetto meraviglioso. Sono così entusiasta di questo album!

Martha High, "Tribute to My Soul Sisters"

Martha High, “Tribute to My Soul Sisters”

  • Cos’è la musica per lei? E come pensa che sia cambiata oggi?

È una soddisfazione per molte cose perché proviene dal cuore e dall’anima … è una cura per molti problemi e cose.

Martha High (Ph. Philippe Lévy-Stab, 2011)

Martha High (Ph. Philippe Lévy-Stab, 2011)

  • Qual è la canzone della sua vita, del suo cuore?

Sono una persona di cuore e d’amore perciò qualsiasi canzone diffonda gioia e amore. In particolare c’è una canzone di uno dei miei album (Singing For The Good Times) intitolata Singing This Song (For You): questa canzone è diventata molto potente per me.

Martha High

Martha High

  • Ha già pensato al suo prossimo tour? Che ricordi ha dell’Italia?

Ci stiamo lavorando… i piani sono in preparazione.
L’ITALIA è il mio amoreamo tutto: il cibo, il clima, la storia e le persone bellissime, specialmente gli uomini!!