(Graphic Art Chiara Ricci)

(Graphic Art Chiara Ricci)

Quest’oggi la rubrica online “Piazza Navona” ha il piacere di proporvi e presentarvi l’intervista realizzata a Mark King: il cantante e musicista britannico fondatore della nota band Level 42.

Tutti pronti a fare un salto nel passato negli anni Ottanta per poi tornare con entusiasmo alla musica e al sound di oggi. Perché, come afferma Mark King: la musica è un linguaggio universale che si distingue solo tra Buona e Cattiva.

Perciò… Buona Musica e buona lettura!!!

Mark King

Mark King

  • Come è nato il suo amore per la musica?

Ho scoperto la mia passione per la musica da piccolissimo quando sembravo nato per suonare la batteria e i miei genitori furono così entusiasti che mi comprarono tutto il necessario. La mia prima “ossessione” musicale è stata per i Cream. Adoravo quello che suonavano e avendo solo otto anni ero alla ricerca di qualcosa con cui relazionarmi. In quella band ho trovato un mio modello ideale.

Mark King

Mark King

  • Quando ha iniziato a suonare il basso?

Ho cominciato a “strimpellare” il basso quando avevo 21 anni. Ero stato in Italia per un po’cercando di realizzare qualcosa con una band del posto. Poi, al mio ritorno nel Regno Unito mi sono unito a Boon, Phil e Mike per formare i Level 42, ed è allora che ho iniziato a prendere sul serio il basso.

I "Level 42" (Per gentile concessione di Mark King)

I “Level 42″ (Per gentile concessione di Mark King)

  • Come ha incontrato altri membri dei Level 42?

Tra i 14 e i 15 anni ho conosciuto Phil e “Boon” Gould quando lavoravo nei vari locali sull’isola di Wight e qualche anno dopo ci siamo rincontrati a Londra. Phil ci ha presentati a Mike Lindup che aveva conosciuto al College. L’altro membro naturalmente era , il quale è entrato nelle nostre vite nel 1980 quando stavamo realizzando il nostro primo singolo Love Meeting Love.

I "Level 42"

I “Level 42″

  • Come è nato il suo gruppo? E perché è stato chiamato Level 42?

Abbiamo iniziato come un gruppo di veri amici che volevano fare solo della musica. Penso che stessimo tutti aspettando che le nostre carriere spiccassero il volo per poi  scoprire che il nostro sogno si stava già realizzando! Il numero 42 che  appare nel nome della nostra band è stato tratto dal romanzo di fantascienza di Douglas Adams dal titolo Guida galattica per gli autostoppisti, mentre il nostro primo produttore Andy Sojka ha aggiunto la parola “Level”.

Mark King

Mark King

  • Ricorda il Suo primo concerto? Che cosa ha provato quando ha incontrato il suo pubblico per la prima volta?

Haha! Sì, il nostro primo concerto come Level 42 si è tenuto era alla Guildhall School of Music, un lunedì sera allo Students Union Bar. Arrivammo alla terza canzone e ci chiesero di fermarci perché la nostra musica era troppo rumorosa…

Mark King

Mark King

  • Se ne ha una, qual è la sua canzone preferita (anche dei Level 42)?

Temo di non avere una canzone preferita. La musica secondo me  è legata a un momento, al tuo stato d’animo di quel momento… e nessuna canzone può coprire tutto questo.

Mark King

Mark King

  • Quale significato ha per lei la Musica?

Per me, la musica è un linguaggio universale che può essere compreso da chiunque voglia ascoltarlo. Se l’amore e l’odio sono due facce della stessa medaglia, allora la musica è un po’ al loro centro.

Mark King

Mark King

  • Secondo lei, come è cambiata la musica dagli anni ’80?

Non molto in realtà. Il vecchio detto secondo cui “una buona canzone sarà sempre una buona canzone” è vero oggi come lo era ieri.
Gli stili e i modi di produzione cambiano continuamente ma tutto si riduce al fatto che ci sono solo due tipi di musica: quella Buona e quella Cattiva.

Mark King  (Per gentile concessione di Mark King)

Mark King (Per gentile concessione di Mark King)

  • E il pubblico, invece, come è cambiato?

È diventato più giovane!

  • Pensa che questo nuovo modo di ascoltare musica (mp3, iTunes, Youtube …) abbia cambiato il modo di creare e produrre musica?

Essere in grado di registrare e masterizzare brani musicale nella tua camera da letto è qualcosa che mi sarebbe piaciuto fare negli anni ’70.. e avere la possibilità di far conoscere la tua musica al mondo intero attraverso Youtube è piuttosto strabiliante. Quindi sì, la produzione musicale è cambiata in maniera massiccia. Ma la domanda è sempre la sessa: la musica è buona?

Mark King

Mark King

  • Potrebbe dirmi di più dei suoi prossimi progetti e impegni?

I ragazzi e io stiamo attualmente lavorando a una nuova registrazione e abbiamo terminato un grande tour. In programma ho anche alcuni spettacoli con i Gizmodrome un’altra band nata nel 2017 con cui suono e che è molto diversa dai L42, ma anche molto divertente.

Mark King

Mark King

Con questa ultima battuta e con questo sguardo al futuro così entusiasta desidero ringraziare Mark King della sua cortese disponibilità e di aver voluto entrare a fare parte di questa nostra piazza virtuale. Ovviamente il mio invito a tornare a trovarci presto è già rinnovato!!