John Moore, Crying Girl on the Border

John Moore, Crying Girl on the Border

Quest’oggi a Roma, al Palazzo delle Esposizioni di Via Nazionale, è stata presentata in anteprima mondiale la mostra World Press Photo 2019. La rubrica online “Piazza Navona” è stata inviata a questo importante e prestigioso evento e ve ne racconta in questo articolo.Questa mattina presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma si è tenuta la conferenza stampa della mostra fotografica World Press Photo 2019, aperta al pubblico dal 25 aprile al 26 maggio 2019.

Foto di Brent Stirton

Foto di Brent Stirton

Tale prestigiosa mostra è ideata da World Press Photo Foundation di Amsterdam, promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale e organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con 10b Photography di Francesco Zizola (vincitore del World Press Photo nel 1996).

foto di Wally Skalij

foto di Wally Skalij

In anteprima mondiale sono esposte le 140 immagini finaliste (delle 78.801 iscritte provenienti da 129 Paesi) del concorso di fotogiornalismo nato nel 1955 scelte dalla giuria composta da esperti del settore e presieduta da Whitney C. Johnson, vicepresidente Visuals e Immersive Experiences presso National Geographic, ha selezionato anche quest’anno i partecipanti al World Press Photo Contest 2019.

Foto di Forough Alaei

Foto di Forough Alaei

Quest’anno il vincitore è stato John Moore con lo scatto dal titolo Crying Girl on the Border in cui la bambina Yanela Sánchez scoppia in lacrime mentre assieme alla sua mamma viene arrestata dalla polizia di frontiera nel Texas (12 giugno 2018).

John Moore, Crying Girl on the Border

John Moore, Crying Girl on the Border

Da quest’anno, inoltre, in mostra appare per la prima volta la sezione Digital Storytelling attraverso una serie di video che raccontano gli eventi che compongono la nostra Storia. A tal proposito afferma Francesco Zizola durante la conferenza stampa:

Francesco Zizola in conferenza stampa(Ph. Chiara Ricci)

Francesco Zizola in conferenza stampa(Ph. Chiara Ricci)

Da quest’anno si dà il via a una collaborazione più solida che andrà avanti per altri due anni almeno. Ha preso sempre più piede una nuova sezione, la Digital Storytelling qui esposta per la prima volta, che ha introdotto una selezione di lavori realizzati con i nuovi linguaggi giornalistici che si avvolgono dei nuovi linguaggi che sono più adatti ad essere fruiti con i cellulari, i tablet che i computer rappresentando la nuova frontiera del giornalismo visivo. Stiamo tutti assistendo a un’evoluzione dei media, dei supporti mediatici e dei linguaggi. Così, non solo si possono ammirare le immagini dei fatti di cronaca avvenuti lo scorso anno ma anche le nuove modalità con cui il giornalismo sia fotografico sia digitale si sta sviluppando.

La conferenza stampa (Ph. Chiara Ricci)

La conferenza stampa (Ph. Chiara Ricci)

A tal proposito, aggiunge Zizola,

10b in collaborazione con il Palazzo delle Esposizioni ha organizzato per il 16 maggio alle ore 18 l’incontro dal titolo Oltre la fotografia, il Digital Storytelling del World Press Photo: nuovi linguaggi per  la narrazione giornalistica digitale con i rappresentanti dei media italiani e di diversi vincitori del concorso tra cui i nostri italiani e un fotografo siriano.

World Press Photo 2019 (Ph. Chiara Ricci)

World Press Photo 2019 (Ph. Chiara Ricci)

Inoltre, Come 10b siamo riusciti ad avere l’anteprima mondiale del World Press Photo che toccherà più di 150 città in tutto il mondo e ci stiamo occupando di portarla anche in altri luoghi italiani. Siamo, infatti, riusciti ad inserirci nella programmazione di Matera che quest’anno è la Capitale della Cultura in Italia, nel Festival del Giornalismo di Ferrara e al Photoluxfestivaldi Lucca.

La rubrica online "Piazza Navona" partecipa alla conferenza stampa del World Press Photo 2019 (Ph. Chiara Ricci)

La rubrica online “Piazza Navona” partecipa alla conferenza stampa del World Press Photo 2019 (Ph. Chiara Ricci)

L’Assessore alla Cultura e Vicesindaco di Roma Luca Bergamo ha affermato:

Il World Press Photo ha in sé il racconto vero della Storia. È una garanzia per la conoscenza di ciascuno di noi. Roma è orgogliosa di ospitare un simile evento ormai da diverso tempo. Ed è molto importante che il direttore artistico del World Press Photo sia anche un fotografo, Francesco Zizola, che questo premio lo ha vinto e che tiene a Roma la sua attività con il bellissimo spazio della 10b Photography.

Luca Bergamo, Assessore alla Cultura e Vicesindaco di Roma (Ph. Chiara Ricci)

Luca Bergamo, Assessore alla Cultura e Vicesindaco di Roma (Ph. Chiara Ricci)

Tale è il suo entusiasmo che prima di salutare i presenti annuncia da qui a due anni la nascita della “Casa della Fotografia” negli spazi dell’ex Mattatoio.

Foto di Finbarr O'Reilly

Foto di Finbarr O’Reilly

Insomma, per tutti glia amanti della Fotografia questa mostra non è da perdere!

Dal 25 aprile al 26 maggio nei seguenti orari:

domenica, martedì, mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 20.00; venerdì e sabato dalle 10.00 alle 22.30; lunedì chiuso. L’ingresso è consentito sino a un’ora prima della chiusura.