pixar

C’è tempo sino al prossimo 20 gennaio 2019 per visitare la magica mostra Pixar. 30 anni di animazione allestita al Palazzo delle Esposizioni di Roma. Non perdete questo fantastico (è proprio il caso di dirlo!) appuntamento!

John Lasseter, ex animatore della Disney ed ex Direttore creativo della Pixar e dei Walt Disney Studios ha affermato:

L’arte sfida la tecnologia e la tecnologia ispira l’arte

ed è esattamente con queste parole che si può riassumere il contenuto e il senso della mostra Pixar. 30 anni di animazione curata da Elyse Klaidman e da Maria Grazia Mattei.

La scrittrice Chiara Ricci e "Luxo" il simbolo della Pixar creato da John Lasseter

La scrittrice Chiara Ricci e “Luxo” il simbolo della Pixar creato da John Lasseter

Ma facciamo un passo indietro e vediamo come è nata la Pixar.

Nel 1979 ad Emervylle (in California) viene realizzata una sorta di casa di produzione satellite della Lucasfilm di proprietà del  regista e produttore George Lucas che – nel 1986 – viene acquistata per dieci milioni di dollari da Steve Jobs (già cofondatore della Apple) rendendola, così, indipendente ribattezzandola con il nome di Pixar Animation Studios. Per questa nuova avventura Steve Jobs chiama accanto a sé Edwin Catmull e l’animatore John Lasseter  (è lui ad aver creato Luxo, la lampada divenuta simbolo della Pixar).

Pixar. 30 anni di animazione (Ph. Chiara Ricci)

Pixar. 30 anni di animazione (Ph. Chiara Ricci)

Inizialmente, però, lo scopo dell’azienda non è quello di realizzare cortometraggi in quanto prodotto cinematografico ma in quanto strumento pubblicitario utile alla vendita di hardware mostrandone tutte le capacità e qualità tecnologiche.

Ad ogni modo tutti i lungometraggi della Pixar (a partire dal primo Toy Story del 1995) sono realizzati in collaborazione con la Walt Disney Pictures. Quest’ultima, nel 2006, a seguito di alcune divergenze caratteriali, economiche e contrattuali tra l’amministratore delegato della Disney (Michael Eisner) e quello della Pixar (Steve Jobs), acquista la Pixar di cui il creatore della Apple è il maggiore azionista individuale.

Bozzetti per Tristezza di "Inside Out" (Ph. Chiara Ricci)

Bozzetti per Tristezza di “Inside Out” (Ph. Chiara Ricci)

La mostra

Negli ampi spazi del Palazzo delle Esposizioni di Roma è allestita la colorata e vivace mostra dedicata ai primi trent’anni della Pixar ovvero della più grande casa cinematografica specializzata nell’animazione digitale computerizzata.

Sono oltre 400 le opere esposte catapultandoci all’interno degli Studios e nel fantastico mondo dell’animazione.

Il calco di Edna de "Gli Incredibili" (Ph. Chiara Ricci)

Il calco di Edna de “Gli Incredibili” (Ph. Chiara Ricci)

Lo scopo di tale esposizione è quello di far vedere e scoprire al pubblico (di grandi e piccini) qual è il tipo di lavoro che si nasconde dietro la creazione di ogni singolo personaggio e la realizzazione di ogni lungometraggio. Infatti, è errato pensare che tutto venga creato “solo” al computer e che gli animatori, i disegnatori e i registi non siano supportati e sostenuti da tentativi e studi pratici e manuali: bozzetti, provini, calchi, disegni, modelli, progetti, schizzi, storyboard

Bozzetti di "Alla ricerca di Nemo" (Ph. Chiara Ricci)

Bozzetti per “Alla ricerca di Nemo” (Ph. Chiara Ricci)

 Proprio per questo la mostra, come riportato nel pannello introduttivo, intende svelare

il lavoro di questi artisti e ne propone una chiave di lettura basata sui concetti di personaggio, storia e mondo, elementi che gli autori della Pixar considerano fondamentali per realizzare un grande film di animazione.

Calchi per "Toy Story" (Ph. Chiara Ricci)

Calchi per “Toy Story” (Ph. Chiara Ricci)

Come si è appena accennato, si tratta di una mostra fruibile e visibile dal pubblico di ogni età… anche perché tutti noi siamo cresciuti e continuiamo ad amare i cartoni animati. Chi non si è commosso o ha riso guardando (non importa se sul grande o piccolo schermo) Alla ricerca di Nemo, Up, Inside Out, Coco, Toy Story, Wall-E, Gli incredibili, Monsters & Co., Cars, Ratatouille?

Bozzetti per "Coco" (Ph. Chiara Ricci)

Bozzetti per “Coco” (Ph. Chiara Ricci)

È un viaggio che si sviluppa su più livelli: emotivo, storico-cinematografico, infantile

Si passa dallo scoprire un pezzo importante della Storia del Cinema di Animazione contemporanea al puro piacere di scoprire quali e quanti film si sono e non si sono visti. E ancor di più: è un ulteriore viaggio nella fantasia e nel processo creativo di quei disegnatori che hanno saputo realizzare quei personaggi che hanno saputo catturare la nostra simpatia, la nostra antipatia, la nostra attenzione, le nostre emozioni.

Bozzetto per "Wall-E" (Ph. Chiara Ricci)

Bozzetto per “Wall-E” (Ph. Chiara Ricci)

L’esposizione, inoltre, è arricchita dalle due installazioni Artscape e Zoetrope le quali, attraverso l’animazione digitale, fanno vivere le opere esposte creando la stessa magia dell’animazione.

"Monsters & Co." (Ph. Chiara Ricci)

“Monsters & Co.” (Ph. Chiara Ricci)

Mancano solo pochi giorni (sino al 20 gennaio prossimo) al termine di questa bellissima mostra e invito tutti coloro che non lo hanno ancora fatto a visitarla! Un’occasione bellissima per apprezzare la bellezza e la potenza della Fantasia, una possibilità unica per ammirare e comprendere come nascono i capolavori e… tutti quei personaggi che riescono a farci emozionare!